Perché in Colombia?

5 risposte a questa domanda

Esperanza_Comuna13_Medellin

“Perché in Colombia?” E’ stata in assoluto la domanda più frequente che mi hanno posto quando dicevo che avrei viaggiato per questo paese, con un tono misto tra stupore e sbigottimento, neanche avessi detto che sarei andata sulla luna!

Per tutto il viaggio mi è risuonata nella mente questa domanda e la risposta era, ed è, semplicemente, “Dovreste andarci…” … perché ognuno vive a modo proprio le emozioni che luoghi ed esperienze suscitano, perché le mie motivazioni potrebbero non essere le vostre!! 🙂

Comunque, volete sapere “Perché in Colombia?”

Colombia Coffee map_Perchè in Colombia
Colombia Coffee map

“Perché in Colombia?”   Innanzitutto, perché in un altro viaggio (vedi Titicaca Experience) ho conosciuto dei Colombiani stupendi che con i loro racconti mi hanno convinto: grazie a Natalia e Cristian per avermi insegnato ad amare il vostro meraviglioso paese!!

“Perché in Colombia?” per la sua varietà geografica. Un paese grande 4 volte l’Italia, che racchiude cordigliere andine, altipiani desertici, la selva amazzonica, coste caraibiche ed oceaniche. Attività ed escursioni di ogni tipo e per tutti i gusti.

Bogotà from Cerro de Monserrate__Perchè in Colombia
Bogotà from Cerro de Monserrate

“Perché in Colombia?” per le sue città, o meglio, megalopoli come la capitale Bogotà, Medellin con la sua voglia di rivalsa sociale,  Cartagena la perla dei Caraibi, Cali la capitale della salsa: così diverse sotto la stessa bandiera.

Medellin view from Comuna13
Medellin view from Comuna13

Perché in Colombia?” per la sua musica, che ti accompagna ovunque, dalle strade agli autobus ed a qualsiasi ora del giorno. Dalla Cumbia al Vallenato, alla Salsa, se non ami la musica latina è un ottimo motivo per NON visitare la Colombia, oppure ti lasci conquistare, ed una volta tornato a casa ti troverai a cercare playslist le cui sonorità ti porteranno immediatamente a “ballonzolare” in salotto.

Vida_Comuna13 Medellin
Vida_Comuna13 Medellin

“Perché in Colombia?” per l’arte, espressa nei coloratissimi Murales che riempiono i muri delle città e gli occhi di noi visitatori. Ognuno con  il suo messaggio di rinascita, di riscatto sociale, di speranza verso un mondo migliore.

 

Ah! dimenticavo! La seconda domanda più ricevuta è stata: “Ma è sicura?” Bhè signori, tutti noi abbiamo visto Narcos (anche El padron del Mal, ndr),  e di sicuro la tumultuosa storia del paese non lo ha fatto essere per molti anni proprio il posto più pacifico del mondo; per par conditio ho consigliato di vedere Gomorra… mi sembrava giusto condividere le “eccellenze” 🙁

dont give papaya
don’t give papaya everywhere!!

La prima regola che i miei amici colombiani mi hanno detto è: “No le des papaya!” (non dare papaya), dove “papaya” sta per opportunità, intendendo, di non dare opportunità che ti rubino qualcosa, quindi di fare attenzione a chiudere tasche, borse, ect., ma questo vale in ogni parte del mondo!!

Il concetto di sicurezza è purtroppo aleatorio anche a casa nostra… o in generale in Europa… e come ho sempre scritto, non sarà questo a fermare il mio viaggiare.

Vi basta? Se non vi basta, seguitemi, vi porto a spasso per questo paese, senza pregiudizi, con occhi, mente e cuore aperti per coglierne solo il meglio. Il brutto, che come sempre in qualcosa c’è, lo lascio ai tristi di cuore!

Colombia, Marzo 2018
Silvia Rossi
https://www.dreamssouvenirs.it/articoli/

36 pensieri riguardo “Perché in Colombia?”

    1. anch’io ho conosciuto l’anno scorso in Perù i miei amici colombiani!! e sono loro ad avermi convinta a fare questo fantastico viaggio!!

  1. Silvia, mi hai convinto! Mi piace la frase sui tristi di cuore 😀 Mi dicevano più o meno le stesse cose sul Brasile ma io non ho trovato i pericoli paventati da tutti i terroristi psicologici di cui ero circondata. E comunque, io volerei subito in Colombia e, anzi, me la segno tra le mete del futuro

  2. Direi proprio che sono tutte ottime ragioni! Anche io sogno di visitare la Colombia, e non vedo l’ora di andarci 🙂

  3. Un Paese che è forse meno metà di turistica di tanti altri, ma che da come lo descrivi sembra invece un luogo meraviglioso e con tanto da scoprire 😀 prima o poi mi piacerebbe andarci!

  4. La Colombia ha accesso una lampadina nella mia testa già all’Expo di Milano. Ho visitato il loro stand e il modo in cui il Paese era presentato mi ha quasi emozionato. Aspetto con curiosità i tuoi prossimi racconti!

  5. Sono stata in Colombia e per e’ stato un amore tremendo per quella terra.. Bogota non mi e’ sembrata cosi’ insicura come dicevano pero’ chiaro ho preso le mie precauzioni..credo che ci tornero presto.. meravigliosa!

  6. Mi è piaciuto tantissimo il passaggio di Gomorra.. “A ciascuno le sue eccellenze!”. Fantastica, hai proprio ragione: non dobbiamo fermarci ai pregiudizi e ai luoghi comuni, soprattutto noi viaggiatori

  7. Mio padre è stato in Colombia tante volte anche se ormai non ci va più da tempo e me ne ha sempre parlato benissimo. Una paese dai mille volti diceva. Io ho un bambino piccolo (quasi 3 anni) e con molta franchezza ti direi che, ora come ora, non ce lo porterei. Ma in futuro non escludo nulla perché, come hai detto tu, la sicurezza è un concetto molto soggettivo e in fin dei conti non si è al sicuro praticamente da nessuna parte.

  8. Una meta forse poco conosciuta e turistica, ma sicuramente molto affascinante. La domanda che ti hanno fatto non mi stupisce… purtroppo l’ho sentita parecchie volte, da Abu Dhabi, all’Oman, alla Namibia 🙁

  9. A leggerti viene voglia di partire subito o comunque di approfondire di più questo Paese. Io a priori andrei ovunque, nessun posto lo escludo perchè sono troppo curiosa, però devo dire che prima di leggere il tuo post la Colombia non era certo tra le prime della lista.. bello cambiare idea!!

  10. Io ci andrei di corsa in Colombia. Farei un viaggio nel nome di Gabriel Garcia Marquez. Lo so, è poco innovativo ma è proprio quello che sogno da tempo.

  11. Le domande sono sempre le stesse: perché viaggiate? Perché andate lì? Ma non è pericoloso? Chi non viaggia non capisce la nostra voglia di viaggiare e di conoscere il resto del mondo. La Colombia non l’ho ancora visitata e devo dire che il tuo articolo ha stuzzicato la mia curiosità….

  12. Io avrei semplicemente risposto :”e perché no?!?”
    Se potessi farei il giro del mondo e cercherei di scoprire ogni angolo del pianeta… Non esistono luoghi si e luoghi no..

  13. In effetti nell’immaginario collettivo la Colombia è un luogo di cui aver paura, dove ti immagini sempre di incrociare Narcos ad ogni angolo di strada. Ma anche io ho conosciuto dei colombiani che mi hanno fatto ricredere su questo paese e ora dopo aver ascoltato i loro racconti ho voglia di visitarlo.
    Le tue foto ovviamente hanno raddoppiato questa voglia!
    😉

  14. Come hanno fatto i tuoi amici con te, ancge tu mi hai convinta. Colombia uguale droga, uguale pericolo, questo avevo anche io in testa e x questo non ci sono mai stata…ma in effetti hai ragione, di noi, cosa penseranno all estero? Quindi prix meta Colombia.grazie infinite

  15. Premesso che detesto la domanda “Perché lì e non là?”, io darei una sola risposa per la Colombia: è il paese di nascita del mio amatissimo Gabriel Garcia Marquez <3

Commenti

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.